Lene Marlin Italian fan-club
Norse Tales
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline
"Nostro Signore e San Pietro in giro per il mondo" - 13 aprile 2001

I.


Una volta, Nostro Signore e San Pietro, mentre se ne andavano in giro qui per il mondo, incontrarono una donna che stava lavando dei vestiti. Erano vestiti interi e in buono stato, ma quando Nostro Signore le domandò che cosa stava lavando, lei rispose, forse per paura che le domandassero un capo:
- Oh, sono degli stracci!
- Già, se li chiami stracci, stracci siano! - disse Nostro Signore, e stracci furono.
Dopo che ebbero fatto un altro po' di strada, incontrarono di nuovo una donna che stava lavando a un ruscello, e quelli che batteva non erano che dei poveri stracci, ma quando Nostro Signore le chiese che cosa stava lavando, quella rispose:
- Sto lavando i vestiti dei miei bambini; non sono belli, che Dio mi aiuti, ma saranno puliti!
- Già, se li chiami vestiti, vestiti siano! - disse Nostro Signore, e subito gli stracci diventarono dei bei vestiti intatti.



II.


Un'altra volta Nostro Signore e San Pietro entrarono in casa di una donna povera povera. Non aveva una briciola di pane da dare ai suoi bambini, e quelli avevano tanta fame, piangevano e si lamentavano perché volevano mangiare, e allora lei pensò che doveva cercare di calmarli. Appese dunque la caldaia al camino, la riempì d'acqua e ci gettò, invece dei piselli, una manciata di pietruzze prese nel letto del fiume: - Fate i bravi e mettetevi a dormire fino a che la zuppa di piselli è pronta, allora vi sveglierò io, - disse, e in questo modo riuscì a calmarli.
I ragazzi si erano appena addormentati che entrarono Nostro Signore e San Pietro; la donna stava seduta a piangere, triste e sconsolata.
- Gira un po' i tuoi piselli, - le disse Nostro Signore.
- Sì, proprio piselli, che Dio mi aiuti! - rispose la donna. - Non sono altro che pietruzze che ho messo lì per calmare i bambini.
- Prova lo stesso a mescolarli, - consigliò Nostro Signore.
La donna ripetè che sarebbe stato inutile, ma quando Nostro Signore le disse per la terza volta di mescolare i piselli, lei andò a girare la spatola di legno nella pentola, e non voleva quasi credere ai suoi occhi nel vedere che erano i piselli più fini che si potessero mai desiderare.
Con la gioia nel cuore ringraziò Dio, svegliò i bambini e diede loro la zuppa di piselli, come aveva promesso.




Ad ognuno di voi felicissimi Auguri di Buona Pasqua.


Norse Tales
Indice

"Gervasa che non voleva mai andare a casa"
23 giu '08


"La principessa che nessuno riusciva a far star zitta"
16 giu '08


"Il compagno di viaggio"
12 giu '08


"Ceneraccio che riuscì a farsi dare del bugiardo dalla principessa"
02 giu '08


"L'onesta monetina da quattro soldi"
10 apr '06


"Ceneraccio che rubò le anatre d'argento del troll"
3 apr '05


"Mariti stupidi e mogli terribili"
15 ott '03


"Ceneraccio e i suoi bravi aiutanti"
2 lug '03


"La ricompensa del mondo"
22 mag '03


"Va sempre bene a quelli che piacciono alle donne"
26 nov '02


"Il marito che doveva badare alla casa"
11 ott '02


"Volpe Rossa e Ceneraccio"
11 lug '02


"Il prete e il sagrestano"
1 ott '01


"Pascolando le lepri del re"
17 set' 01


"Il ragazzo che andò dal vento del nord per farsi restituire la sua farina"
23 ago '01


"La fanciulla sulla montagna di vetro"
13 giu '01


"Nostro Signore e San Pietro in giro per il mondo"
13 apr '01


"Per, Pål e Espen, detto Ceneraccio"
6 apr '01



Indice rubriche