Lene Marlin Italian fan-club
News
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline
Archivio News dal 06-01-13 al 09-02-13

 
09 Febbraio 2013
"Found someone" in norvegese
Al tavolo di Hver gang vi møtes non c'è mai stato così tanto ammirevole silenzio durante una esibizione. Lene ha preparato una versione tutta in norvegese della canzone "Found Someone" di Marion Ravn. Non solo si discosta dall'originale per la scelta di tradurre il testo dall' inglese al norvegese, ma anche per il passaggio dal piano alla chitarra. Sappiamo bene ciò che di magico accade quando alla voce di Lene si accompagna il suono delle corde della sua chitarra, basta ricordarci dei brani come "Do you remember" e "When you were around". Le lacrime di Marion e l'attento ascolto di tutto il gruppo non fanno altro che sottolineare la grande artista di nome Lene Marlin. Buon ascolto!

Nel pomeriggio di oggi, prima della messa in onda della puntata di questa sera, in un negozio di dischi nel centro di Oslo si è tenuto un incontro promozionale per il CD "Hver Gang Vi Møtes - Sesong 2", a cui hanno partecipato alcuni artisti del programma. Alla sessione di autografi era presente Tef Johs, che ha portato a Lene i nostri saluti. Potete trovare il suo racconto con qualche foto sul suo sito lene-marlin.info. Ringraziamo Tef per la disponibilità e la continua costanza, il suo sito è sempre un punto di riferimento per noi e tutti i fan.
Vi riportiamo il messaggio che abbiamo fatto recapitare a Lene a nome di tutto il fan club, sperando con queste poche righe di aver raccolto a pieno il pensiero di tutti i fan.

"Hi Lene, sadly this time we are not there but our support is as huge as it can be, even from a distance. We have been following you during Hver Gang Vi Møtes and all your performances have been fantastic! You gifted us with lots of emotions, which we hope to give back to you through our love. A big, big hug from Italy. Hope to see you again soon. Your fanclub"

"Ciao Lene, stavolta purtroppo non siamo qui ma il nostro supporto è grande anche a distanza. Ti abbiamo seguita su Hver Gang Vi Møtes e le tue esibizioni sono state sempre meravigliose. Ci hai regalato tante emozioni che speriamo di ricambiare con il nostro affetto. Un abbraccio enorme dall'Italia e speriamo di rivederti presto.Il tuo fanclub"



 
03 Febbraio 2013
Kanskje du behøver noen
Ci avviciniamo ormai, già, purtroppo alla conclusione di Hver gang vi møtes. Ieri è stato il turno di Magnus Grønneberg, quinto dei sette partecipanti a ricevere il tributo dei compagni. È stato il Sabato per noi più difficile dal punto di vista linguistico.
Tanti album con i CC Cowboys e due da solista, ma è dai primi che provengono le canzoni, tutte in norvegese, in cui si sono esibiti i cantanti. La nostra Lene in particolare, lasciata la parentesi vagamente in stile How would it be di Rise to the occasion, è tornata ad un'atmosfera a lei più usuale con una versione più intima e melodica rispetto all'originale del brano Kanskje du behøver noen, seconda traccia dell'album Morgen & Kveld del 2009.
Il cambio di stile della canzone non l'ha premiata nelle pagelle del VG che hanno visto tornare in alto Ole Paus e confermare Morten Abel e Marion Ravn, paradisiaca nella sua interpretazione di Når du sover. Molto attiva nel postare notizie, foto e commenti sul programma nel suo blog personale, Marion aveva anche riportato nei giorni scorsi di aver collaborato con Lene nella scrittura del proprio nuovo album. Sarà interessante scoprirne il risultato, speriamo presto. Intanto Sabato prossimo toccherà a lei ricevere l'omaggio dei suoi compagni.

Dal punto di vista commerciale si conferma il successo della trasmissione che vede sempre i propri dischi, compreso quello della giornata di Lene, nei primi posti in classifica su iTunes (per completezza riportiamo che è possibile acquistarli, pure risparmiando, anche in altri negozi digitali come Google Play Store e Amazon). Ma si conferma anche il successo personale dei suoi partecipanti. A sopresa troviamo infatti Here We Are - Historier så langt al 15° posto della VG-lista, la classifica dei 40 album più venduti in Norvegia. Il disco risulta essere quello che ha scalato maggiori posizioni in settimana, guadagnandone ben 21 rispetto a quella precedente. Ne esce invece Twist the truth che era risalito fino alla posizione 35 (ringraziamo l'utente gio per la segnalazione).

 
26 Gennaio 2013
Travolgente!
L'appuntamento con la quarta puntata di "Hver gang vi møtes" ci ha regalato un' ottima performance di Lene, alle prese con il brano "Rise to the occasion" di Kurt Nilsen. Potete ascoltare qui l'esibizione e stupirvi della grinta di Lene e del suo azzardo per un ritmo più incalzante e di grande trasporto musicale rispetto all' originale. La voce inconfondibile di Lene rende ogni brano sempre speciale, ma questa volta le sue melodie trasmettono ancora più energia!
Vi riportiamo il testo della canzone, lasciando a voi libera interpretazione sul valore che questa possa aver avuto per Lene, tanto da sceglierla per la sua esibizione. Di certo, ancora una volta, i suoi occhi lucidi nel finale riescono a comunicarci quanto questa artista senta profondamente la musica nel cuore!

Rise to the occasion

You've been down the dark detours
You have seen most of it all
Crashed into the million faces
But never listened to them talk
You've got so much on your mind right now
It doesn't even help to try to solve them all

You used to smile with hope
and a pat on the back
Would last throughout the day
As the rain kept falling down on you

You wouldn't let them wash the feeling away
Hope itself dried out in you as you heard your man walking away
Without a word

You thought
Who's gonna make my decisions, I can't make them on my own
Who's gonna rise to the occasion when there is no one around
Who the hell is gonna believe me, when I dont believe in myself
Who's gonna be there forever, well it aint gonna be him

In case you didn't know I really care for you
I just wish you all the best
If love should come and knock on your door
I hope it treats you with respect
I can not count the times I've seen you
Oh just slipping away with a broken heart

You thought
Who's gonna make my decisions, I can't make them on my own
Who's gonna rise to the occasion when there is no one around
Who the hell is gonna believe me, I dont believe in myself
Who's gonna be there forever, well it aint gonna be him





 
20 Gennaio 2013
Il giorno di Lene
Commozione, lacrime, felicità, stupore, ammirazione, orgoglio, soddisfazione. Si leggeva di tutto negli occhi di Lene.
Erano i suoi ma sembravano i nostri, come se per la prima volta potesse realmente "ascoltare" le proprie canzoni, pur nella consapevolezza di chi le ha scritte e forse anche vissute in prima persona. Noi non le abbiamo scritte, ma le sentiamo nostre e le abbiamo vissute. Ci rivediamo le nostre storie, i nostri stati d'animo, ne cogliamo delle emozioni che ci colpiscono dritte al cuore attraverso la sua voce. Lo stesso sembra esserle accaduto in questa avventura. Parte di quelle emozioni, che fino ad oggi aveva trasmesso, sono tornate indietro rinnovate dalle interpretazioni dei suoi colleghi e l'hanno toccata nel profondo come ad una di noi. Vedere Lene che ascolta "Lene Marlin" e ascoltarla insieme a lei è stato bello, toccante, più di quanto probabilmente ci si poteva aspettare dalle scorse puntate. Difficile quasi riuscire a parlarne.

Sei canzoni prese a coppie da tre dei suoi quattro album: Playing my game, Another day e Twist the truth. I video delle esibizioni sono stati pubblicati, come al solito, sul sito di TV2, già a partire da stamattina con l'anteprima di Sitting down here, tradotta in norvegese e ben eseguita da Magnus Grønneberg. La serata televisiva si è aperta però con la splendida versione di Unforgivable sinner offerta da Marion Ravn. Un'interpretazione intima fino al bridge che ha dato il via ad un emozionante crescendo musicale e interpretativo. A seguire Kurt Nilsen con una esecuzione forse più personale che riuscita di You weren't there. Anita Skorgan ha risollevato la situazione con una Here we are non così lontana dall'originale, dando la conferma (di quanto emerso nella prima puntata nella situazione inversa e dichiarato poi dalla stessa Anita) di come il suo mondo e quello di Lene abbiano punti di contatto. Un'esibizione garbata ed elegante che ha reso onore al pezzo e allo stile di Lene. Molto lontana dall'originale invece la Do you remember di Morten Abel completamente stravolta dal cantante artisticamente più "folle" del gruppo. Uno stravolgimento però esemplare che ha saputo con rispetto farci assaporare in maniera nuova e personale uno dei pezzi più belli di Lene. È giunto infine il momento delle lacrime sulle note della Disguise di Ole Paus. Non potevano esserci timbro, stile e sguardo più adatti dei suoi per interpretare questo brano. Se le lacrime di Lene volevano dire tanto, ancora più bello è stato il riso liberatorio alla fine dell'esibizione. A chiudere la serata la già citata Sitting down here.

Avremmo voluto vedere e capire di più della puntata di questa giornata vissuta in Norvegia quasi come un evento. Davvero tanti gli articoli, le interviste e i video pubblicati in questi giorni (per la maggior parte dei quali vi rimandiamo alle segnalazioni riportate nei topic dedicati alle notizie e al programma televisivo sul nostro forum). Da segnalare in particolare l'intervista tratta dal VG cartaceo e integralmente tradotta in inglese dal redivivo (ne siamo molto felici!) lene-marlin.info.

Come accaduto a seguito delle precedenti puntate i brani eseguiti hanno registrato immediatamente un record di vendite su iTunes, ma anche i lavori personali di Lene hanno ripreso a scalare le classifiche. Davvero un giorno fantastico, il giorno di Lene.

 
19 Gennaio 2013
Giorni felici
A poche ore dalla messa in onda Lene prende spunto dalla propria esperienza televisiva per un nuovo messaggio. Scrive nel profilo Facebook:

Tomorrow's "Hver Gang Vi Møtes" is about me. It's not always that easy to look back on a life. I've got so many FANTASTIC memories, but also some tough ones. And I guess it's like that for most of us! But time helps, or I guess it's what you do during that time that helps. And then at some point, certain things that used to be scary aren't that scary anymore. But it doesn't happen overnight, not for me anyway. But when it does? Yay , happy days and finally :-)



Domani "Hver Gang Vi Møtes" sarà incentrato su di me. Non è sempre così facile guardarsi indietro. Ho tantissimi ricordi FANTASTICI, ma anche alcuni difficili. E suppongo sia così per la maggior parte di noi! Ma il tempo aiuta, o, immagino, ad aiutare è ciò che se ne fa di quel tempo. E poi ad un tratto, certe cose che di solito ci spaventavano non ci fanno più paura. Ma non accade dal giorno alla notte, almeno non per me. Ma poi quando accade... Vai, giorni felici e alla fine :-)

 
13 Gennaio 2013
Don't forget me
Don't forget me è il titolo del brano cantato da Lene nella seconda puntata della trasmissione Hver gang vi møtes. Una ballata country, molto nelle sue corde, tratta dall'album del 2001 I'll come back and love you forever di Morten Abel. A tenere scena sono stati infatti i pezzi scelti dalla poco più che trentennale carriera del cantante di Bodø, prima con i Mods, poi nei September when e infine da solista.
Come avvenuto già la scorsa settimana, subito dopo la trasmissione sono stati resi disponibili da TV2 i video delle esibizioni, mentre gli estratti audio sono acquistabili su iTunes.
Momento ormai classico di commozione, con tanto di sospirone di Lene, l'interpretazione di Ole Paus (di nuovo il migliore nelle pagelle del VG) che si è cimentato in una versione tradotta in norvegese del brano Lydia. Sabato prossimo sarà invece il turno della sua versione tanto attesa (e anche questa tradotta) di Disguise. Spetterà infatti a Lene ricevere il tributo dagli altri cantanti nella terza serata del programma.
Sarà una settimana di trepidante attesa.

 
06 Gennaio 2013
Here We Are - Historier så langt
Su segnalazione nel forum dell'utente gio, scopriamo oggi che lo scorso 4 Gennaio la EMI Norway ha publlicato sullo store digitale iTunes un disco dal titolo Here We Are - Historier så langt (The stories so far), al prezzo di 95 corone (circa 13 euro).
Si tratta di una raccolta di 15 brani di Lene provenienti dai suoi lavori precedenti. Non ci sono inediti e non sappiano bene come interpretare questa pubblicazione, di cui non abbiamo ancora notizie approfondite, che potrebbe avere delle implicazioni non indifferenti (ricordiamo che all'epoca si diceva che il contratto di Lene prevedesse la pubbliczione proprio di 5 dischi). In tutte le recenti interviste Lene ha espressamente dichiarato di non avere dischi in uscita. Ed effettivamente viene difficile poterlo considerare tale non essendoci nulla di nuovo. E' probabile che la EMI, con questa uscita, tenti di sfruttare a suo modo il successo prevedibile della trasmissione Hver gang vi møtes (gli stessi brani eseguiti, messi in vendita su iTunes, hanno visto Kurt Nilsen balzare direttamente al primo posto in classifica e Lene al terzo, come comunica il VG in un suo articolo). Non sappiamo ancora se tra i brani siano presenti proprio i 6 scelti dagli altri partecipanti alla tramissione, ad eccezione di Disguise eseguita da Ole Paus e Sitting down here da Magnus Grønneberg, entrambe tradotte in norvegese. Quello che possiamo dire con certezza è che, di questi, tre provengono da Playing my game, cinque da Another day, quattro dal terzo lavoro Lost in a moment (anche se una versione live di Hope you're happy era già inclusa nel dvd del lavoro precedente) e tre dall'ultimo album del 2009 Twist the truth. La tracklist è stata organizzata proprio in ordine cronologico per quanto riguarda gli album, con l'apertura di Sitting down here (brano che apriva l'album d'esordio) e la chiusura di You will cry no more (che a sua volta chiudeva proprio l'ultimo lavoro pubblicato).
Cercheremo di saperne di più. Intanto pubblichiamo l'elenco dei brani contenuti nell'album:

  1. Sitting down here
  2. Unforgivable sinner
  3. Where I'm headed
  4. Sorry
  5. Another day
  6. You weren't there
  7. My love
  8. Disguise
  9. How would it be
  10. All I can say
  11. Hope you're happy
  12. What if
  13. Here we are
  14. Do you remember
  15. You will cry no more

 
06 Gennaio 2013
Is it true? (2)
Il titolo della canzone eseguita da Lene poche ore fa (vedere news precedente) non poteva essere più adatto di così per una notizia che a stento ci pare vera.
Nella stessa giornata che ci ha permesso di rivedere Lene esibirsi dietro a un microfono, il sito lene-marlin.info ha sospeso l'attività. È stato lo stesso Tef Johs, unico curatore da ormai più di quattro anni, a comunicarcelo nel forum e a darne le motivazioni in un messaggio nel blog del sito, questo ancora attivo. In effetti, per le ragioni da lui spiegate, il sito non sarà chiuso ma continuerà ad esistere solamente come blog
Ci dispiace molto leggere questa notizia così inaspettata e le cause esterne, che hanno provocato questa situazione, forse fanno ancora più dispiacere. Lene-marlin.info è stato un punto di riferimento per la comunità globale dei fan di Lene e lo è stato anche per noi, che tante volte da lì abbiamo attinto notizie e materiale.

Non è giusto perdere così il lavoro egregio di uno dei fan di Lene più appassionati ed attivi. Speriamo davvero che le cose possano cambiare in qualche modo, che il lavoro passato non vada perso e continui in qualche modo in futuro.
A Tef il nostro grazie più sentito.

 
 


Archivio
Pagina 1
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Pagina 14
Pagina 15
Pagina 16
Pagina 17
Pagina 18
Pagina 19
Pagina 20
Pagina 21