Lene Marlin Italian fan-club
News
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline
Archivio News dal 26-01-13 al 23-03-13

 
23 Marzo 2013
LENE VS. LENE
Il 2013 prosegue all'insegna delle novità. Il sito ufficiale lenemarlin.com cambia aspetto. Lo fa per una iniziativa curiosa e subito apprezzata che porta il nome bizzarro di LENE VS. LENE.
A darne spiegazione è stata Lene stessa un paio d'ore dopo aver preannunciato la novità su Facebook:
"I have something exciting to tell you very soon, check back in a few hours!" :-)

(Ho qualcosa di eccitante da dirvi molto presto, controllate fra poche ore!)
Nel messaggio successivo, riportato anche nella nuova homepage, ha infatti scritto:
"About two years ago I started thinking how much I wanted to re-record one of my songs. But which song should I choose? And more importantly, if my fans could choose; which song would YOU want? Not necessarily your favorite song, but the one you want to hear in a different version. So please vote below, and I will give you the song for free when it's finished!"

(Circa due anni fa ho iniziato a pensare a quanto volessi re-incidere una delle mie canzoni. Ma quale canzone dovrei scegliere? E con maggiore importanza, se i miei fans potessero scegliere; che canzone vorreste? Non per forza la vostra canzone preferita, ma quella che vorreste ascoltare in una versione differente. Perciò per piacere votate qui sotto, e vi darò gratuitamente la canzone una volta completata)
Votare è semplice. Occorre collegarsi al sito ufficiale, cliccare sull'immagine del disco da cui si voglia prelevare la canzone e trascinarne il titolo in uno degli spazi contrassegnati dai numeri da 1 a 3. Completato l'inserimento, indicato un indirizzo email valido e dato l'invio al voto, non solo si avrà il diritto di poter scaricare gratuitamente il pezzo che avrà vinto la competizione, ma si avrà anche l'opportunità di vincere una foto di Lene autografata e incorniciata. Un bel modo di ringraziare e omaggiare i tanti fan che l'hanno seguita e sostenuta con affetto negli anni e in questo periodo davvero speciale.

Con poca sorpresa la classifica è al momento dominata da Unforgivable sinner, seguita da Sitting Down Here e Here we are.
E voi che canzoni avete scelto? Potete dircelo nel nostro forum.


 
20 Marzo 2013
"Prove me wrong" con Marion Ravn
Dopo la recente news di "lavori in corso" in studio di registrazione (di cui siamo felici e curiosi), ecco un' altra novità!
Cavalcando l'onda di entusiasmo di "Hver Gang Vi Møtes", Lene si è dedicata ad un'ennesima collaborazione, questa volta al fianco dell'artista norvegese Marion Ravn, anche lei partecipante al programma televisivo appena concluso. Le due cantanti, dopo averci regalato un duetto sulle note di "Where I'm headed" durante la parentesi televisiva, hanno lavorato insieme per la composizione di un brano inserito nel secondo album da solista di Marion, intitolato "Songs From A Black Bird" e in prossima uscita l'8 Aprile. Vi avevamo già anticipato la notizia qualche tempo fa, oggi possiamo anticipare il nome del singolo e farvi ascoltare un'anteprima. Ecco qui, infatti, un video con l'esibizione di Marion sulle note di "Prove me wrong", in occasione di un piccolo e intimo concerto tenutosi ad Oslo due giorni fa. La tracklist ufficiale dell'album non mostra il nome di Lene al fianco del titolo del brano, ma qualche ricerca sul web ci permette di darvi queste anticipazioni. Ringraziamo ancora una volta tutti i fan che ci seguono, sul forum e sulla nostra pagina facebook, che permettono di essere pronti ad ogni più nascosta news.


 
05 Marzo 2013
Lene al lavoro in studio su brani in norvegese!
Secondo quanto riportato dal quotidiano locale iTromso, in questi giorni Lene starebbe lavorando su nuovo materiale in studio di registrazione a Oslo! Lene dice di essere molto ispirata in questo momento e, dopo l’esperienza di Hver Gang Vi Motes, ha iniziato a lavorare ad alcuni brani in norvegese e in particolare scritti e cantati nel dialetto di Tromso.
Lene, al momento, non aggiunge altri dettagli in quanto il materiale è ancora in fase di lavorazione.
Seguiteci per restare aggiornati su tutte le novità di questa nuova avventura!

 
24 Febbraio 2013
I pass by, don't dare to stop
Tutte le storie, anche le più belle, hanno un inizio e una fine. Le migliori ti catturano così tanto che anche il lieto fine non può non lasciarti un lieve amaro in bocca, pur essendo lieto, essendo purtroppo fine.
E così dopo otto settimane anche la seconda stagione di Hver gang vi møtes ci ha salutati, con un finale più che lieto. È stata la giornata dei duetti ed è difficile inquadrare la schizofrenia delle situazioni, dall'abbraccio musicale di Kurt e Anita in Friendly al delirio stile Morten di questo e Ole in Tulipz. Ma è quando te lo aspetti dal primo che il secondo fa un balletto da passare alla storia. Nel mezzo un'elegantissima Lene al fianco di Kurt in una versione di Engler i sneen seguita ancora una volta da un Ole (autore del brano) tra l'ammaliato e il commosso, sostenuto dagli sguardi teneri di Marion che si fa tigre sul palco insieme a Magnus. C'è stato di tutto in una serata sola, specchio dell'intera stagione. Soprattutto c'è stato un sogno: Lene dal vivo in un pezzo di Playing my game (Where I'm headed in coppia con Marion). Non serve girarci intorno, noi fan della prima ora lo sognavamo da sempre, parte di un concerto che per ovvi motivi non c'è mai stato e forse mai ci sarà. È stato come ritrovare quella ragazza minuta che pur venendo dal gelo artico ci ha scaldato subito il cuore, come se un cerchio si fosse chiuso e tutto potesse ricominciare. Le parole non possono spiegarlo meglio di ciò che si sente dentro e i sentimenti in fondo non necessitano di spiegazioni. A fronte di ciò classifiche, vendite e pagelle non hanno importanza.

Non potevamo chiedere di più a questa serata e a quelle precedenti. Tutto questo ci mancherà. Ci mancheranno Morten (vero genio e sregolatezza), Anita (con la sua dolcezza materna), Ole (con la sua signorilità), Marion (che con la sua versione di Unforgivable sinner ha quasi fermato il tempo per un istante), Kurt (fenomenale con gli spaghetti) e Magnus. Ma più di tutto e tutti ci mancherà ovviamente Lene, poterla sentire e vedere. Hver gang vi møtes è stato un momento unico e prezioso. Volendo citarla, non sappiamo dove sia diretta ma ci auguriamo che vada avanti e non voglia fermarsi. Qualunque sia il suo futuro il nostro cuore sarà con lei. Saremo pronti a seguirla e sostenerla per vivere ancora favole emozionanti.

Grazie Lene

 
17 Febbraio 2013
Viaggio da sola
Si è appena concluso il terzo Festival di Fabio Fazio (complimenti a Marco Mengoni e a Roberto Casalino, co-autore del brano vincitore, che continua a proporre successi) mentre HGVM ci lascia ancora una settimana di attesa prima di terminare la stagione con la puntata dedicata ai duetti.
Non è un caso parlare di Sanremo. Era il 2000 quando proprio Fazio conduceva la sua seconda edizione e tra gli ospiti stranieri figurava Lene Marlin, andata a promuovere il terzo singolo di Playing my game, Where I'm headed. Fu l'ultima apparizione di Lene in Italia e non solo. Il 21 Febbraio si esibiva all'Ariston. Quattro giorni dopo ritirava i suoi quattro premi agli Spellemannprisen prima di dileguarsi inaspettatamente nel nulla per quasi quattro anni. Iniziava per noi (per lei doveva essere iniziato già da tempo) il periodo buio che l'ha tenuta a lungo lontana dalle scene. A distanza di anni, quando grazie anche alla partecipazione a HGVM Lene ha trovato l'occasione e il coraggio di aprirsi e mettere a nudo i propri disagi e la propria fragilità, abbiamo saputo quanto quei continui viaggi (tra le altre cause) l'avessero messa in crisi. Quello di ritorno da Sanremo fu probabilmente l'ultimo viaggio internazionale, l'ultimo stress, prima del tracollo.
Si intitola Jeg reiser alene il brano interpretato da Lene nella puntata dedicata al cantautore, scrittore e attore Ole Paus e significa "Viaggio da sola". Da una traduzione automatica sembrerebbe riferirsi a quei bambini costretti in un certo senso a vivere sugli aerei, in compagnia di un pupazzo e una valigia di vestiti, sballottati su e giù tra genitori separati che vivono a distanza. Lene era ancora adolescente quando iniziava la sua vita ad alta quota, prima per andare a registrare il disco e in seguito per promuoverlo. Ha sperimentato per motivi diversi quella sensazione di sballottamento e solitudine che lei stessa ci ha descritto in interviste recenti. Un argomento sentito e vissuto non poteva che meritare un arrangiamento adeguato. Intimo, dagli accenti quasi cupi rispetto alla dolcezza della versione originale, ha creato insieme alla semplice leggerezza vocale (che poi tanto spessore dà al modo di interpretare di Lene) un'atmosfera intensa che non ha lasciato impassibile Ole Paus, ha quasi immobilizzato tutti gli altri e ha convinto il VG a premiarla con il massimo dei voti eleggendola migliore in assoluto nelle usuali pagelle. Siamo una volta di più orgogliosi del lavoro di Lene che tanta emozione ci ha dato in queste fredde serate invernali.

Come detto, il programma ormai si avvia alla chiusura, ma già da giorni è possibile acquistare nei negozi musicali digitali, oltre alle compilation delle singole giornate, quella globale della seconda stagione che svetta anche in cima alla classifica della VG lista dopo l'ingresso alla posizione numero 8 della settimana precedente. È una compilation che contiene 25 brani tra cui alcuni duetti. Di Lene troviamo infatti le interpretazioni di Rise to the occasion (di Kurt Nilsen), Don't forget me (di Morten Abel), Jeg reiser alene (di Ole Paus) e Engler I sneen (di Jonas Fjeld) in coppia con Kurt Nilsen. Altrettanto interessante è però la compilation singola dell'ultima giornata. Vi troviamo infatti, oltre al già citato duetto con Kurt, quello con Marion Ravn in Where I'm headed di cui si possono assaporare due brevissimi estratti qui e qui. Dobbiamo aspettarci una splendida ultima puntata.

Approfittiamo di questa notizia per comunicare ufficialmente e con colpevole ritardo il gradito ritorno di Pegasus_TDCi nello staff di Lene.it. Ben tornato!

 
09 Febbraio 2013
"Found someone" in norvegese
Al tavolo di Hver gang vi møtes non c'è mai stato così tanto ammirevole silenzio durante una esibizione. Lene ha preparato una versione tutta in norvegese della canzone "Found Someone" di Marion Ravn. Non solo si discosta dall'originale per la scelta di tradurre il testo dall' inglese al norvegese, ma anche per il passaggio dal piano alla chitarra. Sappiamo bene ciò che di magico accade quando alla voce di Lene si accompagna il suono delle corde della sua chitarra, basta ricordarci dei brani come "Do you remember" e "When you were around". Le lacrime di Marion e l'attento ascolto di tutto il gruppo non fanno altro che sottolineare la grande artista di nome Lene Marlin. Buon ascolto!

Nel pomeriggio di oggi, prima della messa in onda della puntata di questa sera, in un negozio di dischi nel centro di Oslo si è tenuto un incontro promozionale per il CD "Hver Gang Vi Møtes - Sesong 2", a cui hanno partecipato alcuni artisti del programma. Alla sessione di autografi era presente Tef Johs, che ha portato a Lene i nostri saluti. Potete trovare il suo racconto con qualche foto sul suo sito lene-marlin.info. Ringraziamo Tef per la disponibilità e la continua costanza, il suo sito è sempre un punto di riferimento per noi e tutti i fan.
Vi riportiamo il messaggio che abbiamo fatto recapitare a Lene a nome di tutto il fan club, sperando con queste poche righe di aver raccolto a pieno il pensiero di tutti i fan.

"Hi Lene, sadly this time we are not there but our support is as huge as it can be, even from a distance. We have been following you during Hver Gang Vi Møtes and all your performances have been fantastic! You gifted us with lots of emotions, which we hope to give back to you through our love. A big, big hug from Italy. Hope to see you again soon. Your fanclub"

"Ciao Lene, stavolta purtroppo non siamo qui ma il nostro supporto è grande anche a distanza. Ti abbiamo seguita su Hver Gang Vi Møtes e le tue esibizioni sono state sempre meravigliose. Ci hai regalato tante emozioni che speriamo di ricambiare con il nostro affetto. Un abbraccio enorme dall'Italia e speriamo di rivederti presto.Il tuo fanclub"



 
03 Febbraio 2013
Kanskje du behøver noen
Ci avviciniamo ormai, già, purtroppo alla conclusione di Hver gang vi møtes. Ieri è stato il turno di Magnus Grønneberg, quinto dei sette partecipanti a ricevere il tributo dei compagni. È stato il Sabato per noi più difficile dal punto di vista linguistico.
Tanti album con i CC Cowboys e due da solista, ma è dai primi che provengono le canzoni, tutte in norvegese, in cui si sono esibiti i cantanti. La nostra Lene in particolare, lasciata la parentesi vagamente in stile How would it be di Rise to the occasion, è tornata ad un'atmosfera a lei più usuale con una versione più intima e melodica rispetto all'originale del brano Kanskje du behøver noen, seconda traccia dell'album Morgen & Kveld del 2009.
Il cambio di stile della canzone non l'ha premiata nelle pagelle del VG che hanno visto tornare in alto Ole Paus e confermare Morten Abel e Marion Ravn, paradisiaca nella sua interpretazione di Når du sover. Molto attiva nel postare notizie, foto e commenti sul programma nel suo blog personale, Marion aveva anche riportato nei giorni scorsi di aver collaborato con Lene nella scrittura del proprio nuovo album. Sarà interessante scoprirne il risultato, speriamo presto. Intanto Sabato prossimo toccherà a lei ricevere l'omaggio dei suoi compagni.

Dal punto di vista commerciale si conferma il successo della trasmissione che vede sempre i propri dischi, compreso quello della giornata di Lene, nei primi posti in classifica su iTunes (per completezza riportiamo che è possibile acquistarli, pure risparmiando, anche in altri negozi digitali come Google Play Store e Amazon). Ma si conferma anche il successo personale dei suoi partecipanti. A sopresa troviamo infatti Here We Are - Historier så langt al 15° posto della VG-lista, la classifica dei 40 album più venduti in Norvegia. Il disco risulta essere quello che ha scalato maggiori posizioni in settimana, guadagnandone ben 21 rispetto a quella precedente. Ne esce invece Twist the truth che era risalito fino alla posizione 35 (ringraziamo l'utente gio per la segnalazione).

 
26 Gennaio 2013
Travolgente!
L'appuntamento con la quarta puntata di "Hver gang vi møtes" ci ha regalato un' ottima performance di Lene, alle prese con il brano "Rise to the occasion" di Kurt Nilsen. Potete ascoltare qui l'esibizione e stupirvi della grinta di Lene e del suo azzardo per un ritmo più incalzante e di grande trasporto musicale rispetto all' originale. La voce inconfondibile di Lene rende ogni brano sempre speciale, ma questa volta le sue melodie trasmettono ancora più energia!
Vi riportiamo il testo della canzone, lasciando a voi libera interpretazione sul valore che questa possa aver avuto per Lene, tanto da sceglierla per la sua esibizione. Di certo, ancora una volta, i suoi occhi lucidi nel finale riescono a comunicarci quanto questa artista senta profondamente la musica nel cuore!

Rise to the occasion

You've been down the dark detours
You have seen most of it all
Crashed into the million faces
But never listened to them talk
You've got so much on your mind right now
It doesn't even help to try to solve them all

You used to smile with hope
and a pat on the back
Would last throughout the day
As the rain kept falling down on you

You wouldn't let them wash the feeling away
Hope itself dried out in you as you heard your man walking away
Without a word

You thought
Who's gonna make my decisions, I can't make them on my own
Who's gonna rise to the occasion when there is no one around
Who the hell is gonna believe me, when I dont believe in myself
Who's gonna be there forever, well it aint gonna be him

In case you didn't know I really care for you
I just wish you all the best
If love should come and knock on your door
I hope it treats you with respect
I can not count the times I've seen you
Oh just slipping away with a broken heart

You thought
Who's gonna make my decisions, I can't make them on my own
Who's gonna rise to the occasion when there is no one around
Who the hell is gonna believe me, I dont believe in myself
Who's gonna be there forever, well it aint gonna be him





 
 


Archivio
Pagina 1
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Pagina 14
Pagina 15
Pagina 16
Pagina 17
Pagina 18
Pagina 19
Pagina 20
Pagina 21