Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

14 Dicembre 2004
"Diamine, che nervi!"
Fonte : Bladet Tromsø
Ieri Lene Marlin è tornata a casa. La popstar della città dell'Artico. Ed è rimasta straordinariamente soddisfatta dopo il debutto nella sua città.

ARTISTA FELICE: Dopo il concerto ieri, Lene Marlin era raggiante e soddisfatta della sua fatica, commentando che è stato davvero speciale trovarsi sul palco nel Tromsøhallen, davanti a un pubblico di 2000 persone.

- Non avevo mai immaginato che il primo concerto che avrei tenuto a Tromsø sarebbe stato in un impianto sportivo. Però ho imparato che le cose non vanno come programmato, e questo è stato davvero un gran finale, dice Lene Marlin.

Tromsø ha incontrato Lene Marlin dopo il concerto ieri, ed era ovvio che lei fosse felice, oltre che soddisfatta per aver tenuto il suo primo concerto nella sua città natale. Aveva un sorriso immenso, e ha raccontato di un calderone di sensazioni che la attraversavano durante tutta l'esibizione.

- Oh, diavolo, quanto ero nervosa prima del concerto! Totalmente indescrivibile.

E non facciamo fatica a crederle. C'è qualcosa di speciale nel giocare in casa, davanti a chi ti conosce. Quelli con cui sei andata a scuola, quelli con cui sei cresciuta.

Speciale

- C'erano molti sentimenti dentro di me quando ero lì sul palco. E' stato così speciale. Ho aspettato questo momento per tutta la tournée, esattamente come l'ho anche temuto. Oggi ho avuto per la testa molti pensieri riguardo a tutto quello che è successo.

Per tutto il tempo da quando raggiunse il successo circa sei anni fa, a Tromsø hanno continuato ad aspettare Lene Marlin.

E non è stato facile per la 24enne gestire la pressione e le attese.

Da un giorno all'altro la semplice liceale Lene Marlin divenne la superstar di cui tutti volevano un frammento.

Lene Marlin ha compiuto un percorso inverso nel mondo della pop music rispetto a molti altri artisti, i quali spesso muovono i primi passi in una lunga gavetta fatta di piccole esibizioni, maturazioni, altre esibizioni, sperando di venire notati e scoperti. La ragazza di Kroken invece non ha tenuto un solo concerto prima di apparire nelle classifiche del VG. Ci sarebbero voluti molti anni prima di un vero concerto da parte sua.

"La nascita di Lene Marlin come artista", ha scritto proprio il VG in occasione del concerto di Stavanger.

- Ho imparato molte cose durante questi giorni. Ne sono successe davvero di incredibili, ed è stato sensazionale. Questo periodo è in assoluto il migliore di tutta la mia vita.

Ora, a Lene Marlin rimangono molte impressioni e sensazioni.

Ma promette che non finirà qui, e che la vedremo di nuovo in concerto. Perché ora ha assaporato la bellezza di una esperienza come questa.

- Spero di continuare, dice.

- Ormai sono a sei concerti, e comincio a prenderci le misure, aggiunge ridacchiando.

Si è sentita incredibilmente bene

Riesaminando le impressioni a freddo, Lene Marlin ritiene che il momento più bello che ricorderà sarà quando si è ritrovata seduta al centro del Tromsøhallen, da sola con la sua chitarra classica. In verità, non era sola: oltre 2000 persone, 2000 abitanti di Tromsø erano con lei, in un silenzio siderale.

- Tutti erano in assoluto silenzio! Non era mai capitato così negli altri concerti. Ho percepito che erano venuti per ascoltare me, ed è stato bellissimo, dice Lene Marlin.

- Per me aver chiuso la tournée a Tromsø significa tanto. E' qualcosa di speciale.


Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui