Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

02 Agosto 2003
Ho imparato la lezione
Fonte : Dagbladet
Lene Marlin è sparita improvvisamente dopo gli Spellemannsprisen nel 2000. Ma rivela che il grande giro di boa è avvenuto già due mesi dopo.

Ricordo che ero in tour promozionale in Corea e stavo per andare a Taiwan. Stavo facendo tardi perché mi ero ammalata per un'intossicazione alimentare, ed era tutto orribile. Un rappresentante della Virgin mi offrì un orsacchiotto di peluche per consolarmi e io ho tenuto stretto l'orsacchiotto per l'intero viaggio. Quando sono scesa dall'aereo a Taiwan, ho vissuto lo shock della mia vita. Otto team televisivi erano pronti e c'erano telecamere dappertutto, erano delle condizioni del tutto folli. Avere queste telecamere ficcate in faccia è stato troppo per me, così ho usato l'orsacchiotto per ripararmi il viso e mi sono aperta a forza la strada attraverso il caos. Quando sono entrata in macchina, ho cominciato a piangere parecchio, e mi ricordo che ho pensato che non ce la facevo più. E' stato questo il momento in cui ho capito che dovevo prendermi un periodo di riposo, racconta Lene Marlin.

Non abbastanza
La giovane ragazza di Tromsø ha resistito coraggiosamente per un altro paio di mesi, perché non era la sua volontà che contava. Ma tre giorni dopo gli Spellemannsprisen nel 2000, tutto si fermò, non aveva più scelta.

La pausa venne da sé. A quel tempo sentivo di aver perso il controllo e che non bastavo da sola. Anche se cercavo di fare tutto, non potevo dividermi in dieci. La sensazione era tremenda.

Dopo tre anni di assenza totale dai media, Lene Marlin è tornata con un nuovo singolo e uno spirito sollevato. Finalmente è di nuovo pronta a parlare e le radio, le TV e i giornali si sono messi in fila per ascoltare cosa la giovane ragazza ha da dire. Nonostante le 25 interviste radio il giorno prima, Dagbladet ha incontrato ieri una Lene in salute, felice e loquace.

Sento un misto di sollievo, eccitazione e gioia per esser tornata. C'è molta felicità! Devo ammettere che la cosa più importante per me adesso era far uscire la canzone, e che la gente pensi quello che vuole, dice con un ampio sorriso.

Break necessario
Lene molto probabilmente non ha bisogno di preoccuparsi del responso sul nuovo singolo, perché la domanda per esso è già stata enorme. "You weren't there" sta per trascinarsi verso la cima delle classifiche e sta ricevendo massima rotazione in tutte le stazioni radio e in MTV, NRK2 e ZTV.

Molti hanno detto che mi stavo assumendo un grosso rischio aspettando così a lungo con il mio album successivo. Ma di fatto è stato necessario per molti motivi. Prima di tutto personalmente, ma anche musicalmente. Ho scritto canzoni tutto il tempo, ma non ero pronta a pubblicare qualcosa prima del momento attuale. Un progetto affrettato non avrebbe conseguito nulla per nessuno.

Testi privati
Essendo stata molto sincera finora, quando il Dagbladet le chiede se il singolo "You Weren't There" si basa su esperienze personali e di cosa parla, diventa riservata.

He, he... è un segreto serbato molto in profondità. Scrivo testi molto personali. Pensavo che avrei dovuto rivelare troppo di me stessa se avessi detto quello che mi riguardava e quello che no. Inoltre, vorrei dare alle persone la possibilità di tirare le proprie conclusioni sulle mie canzoni.

Una vita ritirata per tre anni ha dato a Lene il tempo di pensare sulla sua vita, la sua carriera e la pressione. Quando ha deciso di ritornare, è stata la gioia per la musica il fattore decisivo. Ma stavolta è decisa di prendersi meglio cura di se stessa e della sua sfera privata.

Ho imparato la lezione. Quando le cose stavano peggio, ero sul fondo. Ed è stata una cosa così seria che sono disposta a fare assolutamente di tutto per non trovarmi di nuovo in quella situazione, assicura Lene con un'espressione preoccupata sul suo viso, che un secondo dopo è rimpiazzata da un gran sorriso.

Difende il suo fidanzato
Racconta che la casa discografica, i suoi amici e la famiglia sono stati di immenso supporto per lei durante i tempi aspri. Ma quando viene menzionato il nome del suo ragazzo Stian Barsnes Simonsen, il fiume di parole si interrompe e ancora una volta assume quel sorriso di riservatezza sul suo volto.

Hmmm... he, he... Famiglia e amici sono stati importanti. Diciamo che ci sono persone nella mia vita che mi hanno sorpreso positivamente, e senza le quali non potrei esserci. Ma ci sono anche persone che mi hanno sorpreso negativamente, ma non voglio perdere tempo a pensarci.

Preparata
Sta scoppiando di felicità e ci dice volentieri come voglia fare un tour nei club, abbia cominciato a scrivere le canzoni per il suo prossimo album, e che il sogno della sua fanciullezza è di scrivere una canzone con Bono degli U2. Ridacchia del fatto che la stampa la chiama misteriosa e la rincorre con una telecamera, perché stavolta è preparata e sa dov'è la linea di confine. La nuova Lene Marlin ha riguadagnato con maggiore certezza il luccichio nei suoi occhi, e quando viene domandata dal Dagbladet se ne è valsa la pena per tutto, risponde:

Se mi aveste fatto questa domanda qualche tempo fa, avrei detto di no, senza alcun dubbio, ma ora dico di sì, senza alcun dubbio!

Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui