Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

08 Settembre 2003
Kine di Troms° designer per Lene Marlin
Fonte : Nordlys
Kine D°rum (27), di Troms°, pu˛ vantare un lancio in grande stile nel suo Curriculum Vitae. E' la cugina di Lene Marlin, e si Ŕ occupata di tutto quello che riguarda la grafica e il design per i poster, album e singoli della "nuova" Lene Marlin.

TROMSě: La designer di Troms° Kine D°rum Ŕ rimasta sorpresa quando la cugina di cinque anni pi¨ giovane Lene Marlin l'ha chiamata a casa a Londra lo scorso febbraio, chiedendole: "Vorresti creare il logo e la copertina per il mio nuovo disco?"

- Pensavo fosse un lavoro pi¨ limitato, tipo solo il logo, dice la D°rum. Erano tre anni che non si occupava pi¨ attivamente di queste cose, ed era molto presa dagli studi di psicologia nella capitale inglese.

Ma non era una commissione da poco quella che Lene Marlin aveva in mente per lei. Quando l'artista Ŕ stata lanciata a livello intercontinentale l'espressione grafica di copertina, contenuti, poster, DVD e singoli portava un solo nome: Kine D°rum. Un lavoro avvenuto pressochŔ senza ingerenze da parte della casa discografica, ma in stretta collaborazione con Lene Marlin in persona.

- Penso che Lene abbia chiesto di occuparsi di questi aspetti a me perchÚ voleva avre il controllo sulla grafica e il design del disco. Ha voluto un'idea espressiva di base, cosý da assicurarsi che l'espressione grafica la rappresentasse davvero, dichiara Kine.

Voleva un logo

Le cugine si sono incontrate nello studio a Londra, dove la D°rum ha ascoltato la musica dal nuovo album di Lene, e hanno discusso su come sarebbe dovuto essere il risultato.

- Lene aveva molte idee, in particolare voleva fortemente che ci fosse un logo su tutti i tipi di prodotti. E fortunatamente la casa discografica ha accolto la sua idea, rivela la D°rum.

Sia Lene che la casa discografica rimasero cosý colpiti dai disegni di Kine che il contratto di progettazione e design fu presto suo. Tuttavia, la cugina di Lene ebbe bisogno di un piccolo aiuto.

- Mi accorsi che non avrei potuto fare tutto da sola, e cosý mi rivolsi alla Red Thread di Troms°, dove sarei dovuta andare a lavorare in estate, per avere qualche supporto.

L'agenzia pubblicitaria non esit˛ a decidere di contribuire con la sua competenza e criticismo costruttivo al processo, nell'ottica del risultato finale. Per la D°rum fu pi¨ tranquillizzante potersi appoggiare ad altri designer, scambiare idee e sperimentare. Ma occorreva evitare fughe di notizie.

- Ci siamo sentiti molto orgogliosi, ma le condizioni per Kine e per noi prevedevano di mantenere il progetto riservato, rivela il general manager della Red Thread, B°rre S°rdahl.

Egli si dichiara convinto che la creativitÓ sia una caratteristica della linea genealogica che unisce Lene e Kine.

- Kine ha un gran talento, esattamente come sua cugina. Insomma, sapevamo che avrebbe fatto un ottimo lavoro, dice S°rdahl.

Il dipartimento mise in conto di spendere molte ore sul progetto questa estate. Le foto scattate dall'olandese Anton Corbijn a Lene Marlin in New York arrivarono per e-mail. Poi Lene scelse quelle che le piacevano di pi¨. La D°rum inizi˛ allora a fare delle prove adottando le soluzioni pi¨ disparate: dalle macchie di caffŔ sulla carta ai disegni da un vecchio Philofax, per ottenere l'espressione perfetta.

- Ho imparato in modo esponnziale, ma mi sono anche divertita molto. La cosa pi¨ importante Ŕ che Lene Ŕ soddisfatta. Lei Ŕ anche l'unica che ha sempre l'ultima parola, sottolinea la D°rum.

Soddisfatto il direttore

E anche alla casa discografica sono entusiasti di tutto questo. Anche se il direttore della EMI Per Eirik Johansen ammette che sulle prime ha avuto delle perplessitÓ.

- E' stata un'idea di Lene, ma io ero un po' scettico all'inizio. Non sapevamo nulla dei precedenti lavori di sua cugina, dice Johansen.

- Comunque, si Ŕ rivelato un ottimo lavoro. E per una volta, le sedi della casa discografica in tutti i paesi che vedranno il lancio del prodotto sono soddisfatti quanto noi del risultato. E' una cosa che capita raramente, dice.

Il responsabile Artisti e Repertorio, Hans Olav Gr°ttheim, anch'egli di Troms° come Johansen, si dice contento che Lene abbia scelto una designer della loro cittÓ. Anche se lei non aveva nessun progetto di pi¨ ampio respiro da prpoprre.

- Sai, essere costretti a valutare molte alternative Ŕ un po' l'incubo di ogni casa discografica. Per˛ Kine ha fatto sempre centro al primo colpo, dichiara Gr°ttheim, il quale aggiunge che le due cugine probabilmente si sentono legate anche artisticamente.

Spera in una occupazione extra

Kine si concentrerÓ sugli studi di psicologia per il futuro. Ma c'Ŕ prima da finire questo lavoro, perchŔ non ha alcuna intenzione di chiudere la porta alla possibilitÓ di un brillante futuro nel design.

- Mi porto il lavoro a Londra. E quando sarÓ finito continuer˛ a lavorare per la Red Thread. Potrebbe anche capitare che questo lavoro con Lene porti a qualcosa di pi¨. Comunque, questo resterÓ un'occupazione extra rispetto agli studi, e dopotutto Ŕ meglio che lavorare in un cafŔ.


Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui