Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

14 Dicembre 2004
Vittoria in casa per Lene
Fonte : Nordlys
Tromsøhallen: 2100 paganti e ospiti d'onore

Ci sono quasi 2500 persone lì davanti al palco. La sala è buia. Poi all'improvviso delle luci argentate si accendono. I bassi con un rumore sordo colpiscono dagli altoparlanti.

Ed eccola. La ragazza che tutta Tromsø aspettava di vedere lì, sulla scena, in città. Il primo concerto sul suolo natale da quando tutto iniziò, sette anni fa. Finalmente è a casa. Ed è festa!

Insieme alla band al completo, Lene Marlin apre con Sitting Down Here. Una partenza fulminea, in cui Lene trascina il pubblico dalla prima nota.

- Tutto questo è pazzesco, inimmaginabile, ha detto, ed eccola dominare il palco con passo sicuro.

Dopo l'inizio ad alti regimi è stata la volta di Sorry. Una canzone che decisamente non è stata eseguita con la stessa brillantezza della prima. La band nella sua corposità ha prodotto un sound che a tratti ha messo in secondo piano la voce di Lene. Voce che in questo brano, tra le altre, è sembrata un filo aspra. Stesse considerazioni per il pezzo successivo, Another Day.

Ma a questo punto le cose sono cambiate: Lene Marlin ha ritrovato la strada giusta, e ha regalato una splendida versione di Fight Against The Hours. E quando le ultime note del brano stavano lasciando il palcoscenico, così ha fatto anche Lene. Un momento dopo la ragazza era in mezzo al pubblico, si è fatta strada tra la folla, ed è stata acclamata da applausi scroscianti tra la gioia dei presenti.

Si è accomodata su uno sgabello in un mini-palco al centro della sala. My Love, cantava, e attorno a lei 2200 persone ad ascoltarla in silenzio. Un silenzio totale. Si sarebbe potuto udire distintamente uno spillo cadere.

Ma fortunatamente non è questo il suono che il pubblico si aspettava. Già, perchè la ragazza di Kroken canta con voce cristallina. Con la sua chitarra acustica, come noi la vogliamo. Affascinante e personale. Ma tutto ciò è durato solo una canzone, dopo la quale è ritornata sul palcoscenico.

Lene ha chiuso con la popolarissima Unforgivable Sinner, e Tromsø tutta ha cantato con lei ogni parola della canzone.

- Sono così soddisfatta, Lene Marlin ha gridato uscendo di scena al termine del concerto. E a giudicare dagli applausi, il pubblico ha avuto quello che voleva.


Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui