Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

13 Dicembre 2004
Festa grande nel palazzetto del rock
Fonte : Avisa Nordland
Mai prima d’ora si era respirata un’atmosfera così durante un concerto a Bodø. Mai!

Morten! Morten! Morten! La folla gridava e cantava. Il pubblico era in estasi. Morten Abel è il re del pop norvegese, ed è stato accolto e trattato con gli onori che merita. Dopo l’ultimo concerto a Tromsø Abel si prenderà una pausa di un paio d’anni, lasciando vacante il suo trono. Comunque sia, non dimenticherà mai la serata di sabato al Bodø Spektrum, insieme a 2500 festanti cittadini del nord che hanno dato il meglio di loro.

Si è comunque ascoltata della buona musica ancor prima che Morten Abel chiudesse in bellezza con "Trendsetter". Da segnalare che si è potuto vedere e sentire come Lene Marlin sia sulla strada giusta per diventare un’artista completa anche su di un palcoscenico. E’ stata la prima a esibirsi sul grande palco del nuovo grandioso palazzetto cittadino.

Fuori!

Già dal primo pezzo, Sitting Down Here, si percepisce quanto Lene Marlin avrebbe dovuto iniziare a tenere dei concerti già da tempo. Dopo due album, la cantautrice ha a disposizione un repertorio straordinario di brani che la gente ama. Il pubblico l'ha accolta calorosamente, e ha spontaneamente accompagnato le canzoni cantando i ritornelli.

A metà del set, ha annullato la distanza con il pubblico, seduta su una sedia in mezzo a loro imbracciando una chitarra. Lene Marlin cantava "Can you feel me, my love?". Sì, riusciamo davvero a sentirla più vicina in questo momento.

Nei tre quarti d'ora della sua esibizione, l'artista di Tromsø suonava e cantava come per acquistare sempre maggior fiducia in sè. Ha cantato sempre meglio, fino a mandare in porto la missione con la straordinaria Unforgivable Sinner. Tuttavia, Lene Marlin non è ancora una affermata personalità su un palcoscenico. Per di più, in alcuni pezzi è parso di sentire un po' troppa band, e troppo poca Lene. Un basso e percussioni troppo enfatizzati nel complesso hanno impedito di apprezzare diversi dettagli. Complessivamente però non ci si può affatto lamentare. Ora aspettiamo con trepidazione di sapere quale sarà la prossima mossa di questa straordinaria artista.

Prima che Abel abbandonasse la scena, egli da Re quale è aveva già come definito le posizioni nel suo regno: Bertine Zetlitz è diventata la Regina, mentre Lene Marlin è la Principessa. Ci hanno regalato uno spettacolo pop come nessuno in questo Paese aveva mai fatto finora.

Un evento che ha lasciato il segno per il gotha della musica norvegese.


Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui