Lene Marlin Italian fan-club
Rassegna Stampa
Versione italiana   English version

 Home page


 News
 Foto
 Agenda
 Classifiche
 Rassegna stampa
 Biografia
 Discografia
 Testi & Accordi
 Diario & Chats
 Audio & Video


 Regolamento
 Guestbook
 Forum
 MySpace
 Chat
 Vota Lene
 Download
 Sondaggi
 Cerca
 Links


 Iscriviti!
 Iscritti
 Staff/Contatti
 Storia
 Esperienze
 Rubriche
 Fumetto
 Cartoline

21 Settembre 2003
Star esotica
Fonte : VG
Lene Marlin si è esibita per sei milioni di persone

VERONA: Lene Marlin (23) non è stata buttata in pasto ai leoni, come i vecchi gladiatori, quando si è esibita per 20000 italiani al Festivalbar, uno show stipato di star che raduna sei milioni di persone davanti ai televisori

Un caloroso benvenuto: Lene Marlin ha ricevuto una calda accoglienza dal pubblico di Verona, dove si è esibita assieme a numerose superstar ieri sera.

L'Arena di Verona, il vecchio anfiteatro romano che esiste da più di 2000 anni, ribolliva quando Lene Marlin è stata annunciata dal presentatore del programma.

Superstar americane come 50 Cent e Mary J. Blige si stavano esibendo prima di Marlin, ma è una 23enne di Tromsø che sta al top della hitlist italiana in questo momento.

Mi sono sentita un po' piccina

Lene Marlin, 1,60 m. di altezza, è diventata piccola di fronte al mare di persone che torreggiavano contro il cielo notturno di Verona, ma è stata accolta come un amico non visto da lungo tempo quando ha preso posizione dietro all'asta del microfono sulle note del singolo You Weren't There.

- Sono commossa dal fatto che la gente si ricorda di me, e che ho dei fan che hanno atteso pazientemente per anni, commenta una Marlin su di giri.

- E' stato come saltare da una rupe. Mi sono sentita veramente così piccola quando sono uscita sul palco. L'Arena di Verona dopotutto è un luogo davvero venerabile.

Sembra che sia passato davvero tanto tempo da quando Marlin andava in Giappone nella sua prima escursione all'estero come artista per promuovere il suo album di debutto Playing My Game.

- E' stato un periodo completamente diverso. Ho imparato molto su di me lungo il cammino. Al momento sono soltanto felice del mio nuovo album. Inoltre, non vedo l'ora di fare una specie di piccolo club tour tra breve, rivela Marlin, che per tanti versi ha superato un'altra barriera ieri sera.

- E' fantastico. Folle. Sono completamente rilassata, rivela Marlin, che pensa sia grandioso vedere l'album Another Day nei negozi.

- Cosa pensi del fatto che l'album è stato messo in internet illegalmente nel bel mezzo del lancio?

- Non posso cominciare a pensare al download della musica in mezzo a tutto questo. Ho altre cose di cui preoccuparmi. Al momento, sono semplicemente deliziata da tutte le cose positive.

E' arrivata all'anfiteatro classico in una grossa Mercedes dalle finestre scurate. Come Marlin si è fatta vedere, centinaia di persone che avevano preso posto fuori dalle transenne hanno cominciato a gridare come se fossero possedute. Marlin è scappata nell'entrata riservata agli artisti sul retro, con Per Eirik Johansen al seguito. Il direttore EMI ha dovuto dare prova di un buon movimento di piedi vecchio stile, e non ha dimenticato le vecchie capacità del tempo in cui era manager di Bel Canto.

- Lene viene fatta gareggiare con molta prudenza. Vuole esibirsi dal vivo lei stessa. Non perché sia necessario, ma perché vuole suonare le sue canzoni di fronte a un pubblico, spiega Johansen, mentre il backstage ribolle attorno a lui - dove anziani e distinti gentiluomini in abiti confezionati su misura si mescolano a giovani donne in minigonna snelle come modelle.

Proprio nel mezzo di questo circo Lene Marlin costituisce un'alternativa al nonsenso glamour che caratterizza l'industria musicale: nel Sud Europa diventa esotica per il suo apparire non vanitoso, stando ritta dappertutto e cantando nella sua T-shirt blu accoppiata ai jeans.

Traduzione in italiano a cura dello staff di Lene.it

 
 


Archivio
Se vuoi leggere gli altri articoli
clicca qui